Caraglio è uno dei primi paesi che si incontrano procedendo verso la Val Grana. Qui, nella rigogliosa campagna cuneese, la signora Donatella ha fondato la sua azienda, che produce magnifica frutta e rigogliose verdure, coltivate con il metodo biodinamico. Oggi ad aiutarla c’è suo marito Arnaldo e ci sono tutti i suoi figli e nipoti, che dopo aver studiato o lavorato altrove hanno scelto di tornare a casa. Ci ha colpito, parlando con loro, la convinta adesione ai valori del biologico e del biodinamico, che va ben al di là di ogni certificazione. Ai figli, ci hanno tenuto a sottolineare, hanno insegnato l’amore per la terra, l’importanza di una scelta alimentare sicura, il rispetto per i ritmi lenti della Natura, il saper vivere in armonia con quello che li circonda, e questa è la loro più grande soddisfazione. Nelle loro parole abbiamo riconosciuto la sapienza del sapere agricolo, che è solo di chi vive in sintonia con la terra, nei loro prodotti abbiamo ritrovato la semplicità e la cura per i piccoli dettagli, che sono solo di chi ama il proprio mestiere. Assaggiare per credere.